top of page

Obiettivi e progetti: parla il ds Gabriele Fumagalli

Il direttore sportivo rossonero fa il punto tra i molti progetti in cantiere e le importanti prospettive di crescita del gruppo


Che obiettivi vi siete dati a livello societario per questa stagione?

Puntiamo a crescere e migliorare sotto tutti i punti di vista, cercando, a livello sportivo, di fare un ulteriore step rispetto allo standard raggiunto e mantenuto negli ultimi anni.

Partendo dai più piccoli l’obiettivo è come sempre quello di allargare il più possibile il numero di bambini che iniziano a fare questo sport, cercando di mantenere il trend molto positivo avuto la scorsa stagione.

Sempre maggiore importanza e attenzione verrà data, a partire da questa stagione, alle categorie più piccole, U9 e 11. Abbiamo incrementato il numero degli allenatori che seguiranno queste categorie e le ore di ghiaccio a loro dedicate; abbiamo inoltre integrato degli allenamenti specifici di gioco/sviluppo motorio che verranno effettuati off-ice. Questa è l’età in cui si devono porre le basi tecniche corrette per quello che diventerà poi un giocatore di hockey, allo stesso tempo è importante che il bambino si appassioni a questo sport, creando un forte legame con i compagni di squadra e con l’ambiente che i Diavoli offrono.

Con le categorie U13, U15 e U17 gli obiettivi che ci poniamo sono molto semplici e chiari: far lavorare, migliorare e crescere tutti i ragazzi, per cercare di far raggiungere il più alto livello possibile alle nostre squadre. Il tutto trasmettendo un’idea e una mentalità di sport agonistico agli atleti e alle loro famiglie. Proprio con questi intenti abbiamo iniziato un’importante collaborazione con l’Hockey Milano Bears. Speriamo nei prossimi anni di far uscire diversi giocatori dalle nostre giovanili che possano trovare sbocco in squadre senior, come succede ormai da due anni con gli Old Boys.

In ultimo, da questa stagione, ci poniamo grandi obiettivi e prospettive di crescita per i nostri goalie, con due ore settimanali dedicate ai più grandi e un’ora ai più piccoli e 3 coach specifici portieri.

Da dove nasce il progetto di far collaborare insieme Diavoli e Milano?

Nasce da idee, intenti, prospettive e obiettivi che le due società hanno in comune. Crediamo e speriamo che questa collaborazione possa dar vita a progetti sportivi credibili, possa aiutare a crescere in modo esponenziale i giocatori e possa rilanciare il movimento hockeistico milanese.


#diavolisesto


140 visualizzazioni0 commenti
bottom of page